IT
SL EN DE

8 imperdibili gemme nel verde nei dintorni di Kranj

di Gorazd Skrt, fondatore di Lovely Trips, fornitore sloveno di soluzioni di viaggio | 12. 6. 2020


Tra i maggiori pregi della Slovenia c’è la facilità con cui si riesce a coniugare la scoperta di città ricche di storia, cultura e tradizioni, con giornate trascorse immersi nella natura, facendo il pieno di sport e attività fisica all’aperto, e vedendo paesaggi straordinari. Ne è un esempio Kranj, la bellissima cittadina storica ai piedi del Triglav, la cima più alta della Slovenia e delle Alpi Giulie (2.864 metri). Fare delle splendide escursioni a Kranj è davvero semplice, perché ci sono mete bellissime a portata di mano. Ecco qui 8 gemme da non perdere quando si visita Kranj!

  

 Al centro della tenuta, circondato da 478 ettari di prati, boschi, laghetti e sentieri, sorge un castello rinascimentale costruito agli inizi del Cinquecento. All’interno del maniero si può ammirare un’ampia collezione di opere d’arte di artisti sloveni, mobili originali di diverse epoche storiche, e una bellissima biblioteca. Ma soprattutto, la tenuta offre un grandissimo, splendido parco nel quale passeggiare circondati dal verde, ad appena una decina di minuti d’auto dal centro storico di Kranj!

  

 

 Chi è in cerca di natura più incontaminata può raggiungere un luogo davvero bucolico con una pedalata di una ventina di minuti. Si tratta di una zona di laghetti artificiali, paludi e canneti, un’area protetta dove hanno trovato rifugio numerose specie di piante, insetti e animali, ideale per rinfrescarsi nelle calde giornate estive, ma anche per bearsi della bellezza del paesaggio in primavera e autunno. Un’altra cosa interessante da sapere, è che proprio in quest’area sono stati rinvenuti i resti di un mammut vissuto 180mila anni fa!

  

 

 Se ciò di cui si ha voglia è una vista panoramica che non richieda lunghi viaggi in auto, la meta ideale è Šmarjetna gora. Un vero e proprio “monte urbano”, una collina a 646 metri sul livello del mare perfetta per fare una bella passeggiata a piedi o in bicicletta lungo i sentieri nel bosco (ma si può risalire anche in auto). In cima si trovano la bella chiesa di Santa Marietta e l’hotel Bellevue (decisamente un nome azzeccato), dove si può mangiare qualcosa o bere un buon caffè davanti a uno splendido panorama.

  

 

 Ecco come perdersi nella natura senza neanche uscire dal centro storico di Kranj: basta scendere nel secondo canyon urbano più profondo d’Europa. Una trentina di metri più in basso della città si trova un’autentica oasi di biodiversità che vale senz’altro la pena di scoprire con una visita guidata per conoscere le specie di alberi, arbusti e piante che la popolano, e che naturalmente dà rifugio anche a numerose specie animali. In primavera qui cresce l’aglio selvatico; e le mele, pere e prugne degli alberi del canyon (rigorosamente bio) sono tuttora apprezzatissimi per la distillazione di liquori.

  

 

 O, in italiano, la foresta di Odino. Si tratta di una vasta foresta che si estende alle pendici delle Alpi di Kamnik e della Savinja, dove un folto bosco di conifere e alberi frondosi cresce su un terreno carsico con valli e grotte. Fra queste la più celebre è il cosiddetto foro di Adras, dove la popolazione locale si nascondeva per sfuggire alle invasioni turche. Ci sono molti sentieri per passeggiare o fare una pedalata in mountain bike, ed è un’occasione davvero straordinaria di immergersi nel verde e assaporare il profumo di bosco.

  

 

 Il Kokra non è l’unico fiume ad abbracciare la città di Kranj. C’è anche la Sava, che nasce nelle vicinanze della splendida Bled e poi scorre per 990 km fino a buttarsi nel Danubio, in Serbia. Amatissimo dagli appassionati di pesca a mosca, nei pressi di Kranj il Sava è circondato da folti boschi, e se ne può seguire il corso sino a raggiungere il lago di Trboje. Anche questo bel lago è popolato da una ricchissima biodiversità, ed è perfetto per godersi il benefico contatto con l’acqua, vedere bellissimi paesaggi e fare lunghe passeggiate nel verde.

  

 

 Se amate la bici non dovreste perdervi le piste ciclabili ai piedi del monte Storžič. Si tratta di percorsi lunghi da 20 a 30 chilometri, percorribili in mountain bike ma anche con una semplicissima bici da passeggio. Ci sono diversi percorsi tra cui scegliere, ma l’importante è che sono tutti itinerari abbordabili e circondati da paesaggi molto belli sui quali lasciar vagare lo sguardo. Raggiungendo il paesino di Polica, ad esempio, si può anche visitare la fattoria Policar, che ha ben 500 anni.

  

 

 Sopra Kranj si erge un altro monte facile da risalire e dal quale la vista è spettacolare. Si tratta di San Jošt, che a 847 metri di altezza è una meta perfetta per delle piacevoli passeggiate. In cima sorge l’omonima chiesa, il cui aspetto barocco risale al XVIII secolo ma che viene nominata già in un documento del 1600. E se la passeggiata vi ha messo appetito niente paura, al rifugio c’è sempre qualcosa di prelibato da mangiare!


Il post sopra è pubblicato sul blog di Lovely Trips, denominato LovelyTripsBlog. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Lovely Trips è un fornitore sloveno di soluzioni di viaggio per agenzie di viaggio, TO e altre realtà del mercato italiano, e tali soluzioni includono proposte degli enti e delle aziende citate nel post. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né di contenuti terzi.